SOCCORSI DUE ALPINISTI SCIVOLATI DALLA PARETE NORD DEL DOLCEDORME

17098341 1411839358866171 1201333732636517879 n

Parco Nazionale del Pollino - Nella serata del 4 marzo si è concluso un difficile intervento di soccorso sulla parete nord Dolcedorme sul massiccio del Pollino, la cima più elevata del massiccio del Pollino e dell’Appennino Meridionale, al confine tra Calabria e Basilicata.

Due alpinisti calabresi mentre con ramponi e piccozza stavano risalendo sul ghiaccio, quando giunti quasi in cima, il primo è scivolato travolgendo anche la seconda persona giu lungo la parete per 150/200 metri. L'allarme e'stato lanciato da altri alpinisti che hanno visto i due scivolare perdendoli dopo qualche attimo di vista. Immediatamente partivano diverse squadre del Soccorso Alpino Calabria e Basilicata oltre ad una squadra del Sagf della Guardia di finanza. 

In un primo momento, quando sembrava che nessun elicottero avrebbe potuto elitrasportare i soccorritori sul luogo dell'incidente,  le Squadre del Soccorso Alpino di Calabria e Basilicata sono partite sci ai piedi per raggiungere i malcapitati. Fortunatamente dopo poco tempo l’elicottero della Protezione Civile Calabrese è intervenuto ed è riuscito ad elitraposrtare due squadre sul posto che son riuscite a recuperare i due giovani alpinisti calabresi caduti sulla parete ghiacciata.

I due Malcapitati sono stati portati all’Ospedale di Cosenza feriti ma non in condizioni gravi.

Intervento a Ripacandida

head ripa

 

RIPACANDIDA (Pz) 21 FebbraioQuesta mattina una squadra di nostri Tecnici è stata impegnata per la ricerca di un disperso, settantaquattrenne residente a Ripacandida che ieri sera non aveva fatto rientro a casa facendo così scattare l'allarme.

Appena arrivata sul posto la squadra, composta da un unità cinofila, due volontari ed un Tecnico di Ricerca, 
Ha collaborato con la locale stazione dei Carabinieri per la verifica della bontà di eventuali campioni di odore da poter utilizzare con i cani molecolari e conseguentemente ha iniziato la ricerca con la propria unità cinofila da ricerca in superficie secondo le indicazioni del UCL dei Vigili del Fuoco.

Varie le aree impervie battute dalla squadra che hanno però avuto esiti negativi.

Le operazioni si sono concluse intorno all' ora di pranzo con il ritrovamento del disperso da parte dell equipaggio dell elicottero dei VV.FF intervenuti da Salerno.

Un ulteriore unità cinofila del Soccorso Alpino della Calabria, che era in partenza per portare manforte alla nostra squadra, è stata liberata per cessato allarme.

ripa 1 ripa 2

Sicuri sulla neve 2017

hdneve

 

Loc. Conserva di Lauria (Pz). Si è svolto l'11 febbraio l'evento "Sicuri sulla Neve", una giornata di promozione della sicurezza sulla neve promossa dal Coprop Nazionale del Soccorso Alpino in tutta italia, e che ha visto la delegazione Lucana imopegnata nel comprensorio sciistico di Monte Sirino nelle vicinanze del rifugio Corserva. 

Le attività di promozione della sicurezza che hanno visto i nostri tecnici impegnati nella divulgazione del corretto comportamento in ambiente innevato sono state molteplici: dalla piccole lezioni di nivologia tramite slides a prove pratiche di ricerca singola e multipla con ARTVA (apparecchio ricerca travolti in valanga), dal corretto uso della sonda tramite le diverse tecniche sondaggio all'uso della pala per soccorrere un compagno sepolto. Moltissime gli sciatori presenti nel comprensorio che si sono avvicinati per partecipare ad una o più attività e che hanno dimostrato il loro interesse a tematiche così importanti.

Durante la giornata c'è stato un momento di raccoglimento in onore di Giovanni Ambrosetti, Guida e Istruttore Nazionale del CNSAS scomparso prematuramente il 10 febbraio. Soccorritore esperto, sempre alla ricerca di nuove tecniche o di nuove soluzioni per rendere più rapido e sicuro il soccorso, ha partecipato alla stesura del manuale tecnico della SNa.T.E. (Scuola Nazionale Tecnici del CNSAS), ancora oggi elemento cardine nella divulgazione delle tecniche operative. Per anni si è dedicato anche alla formazione dei tecnici del CNSAS a qualunque livello e tante volte è stato  presente tra noi in Basilicata in numerosi corsi e verifiche formative.

 

16665195 1392619370788170 3856389813447563587 o 16664897 1392618880788219 4675265584106186317 o

QUALIFICATI 3 NUOVI TECNICI DI RICERCA PER IL NOSTRO SERVIZIO REGIONALE.

head ter

 

Cosenza- Si è concluso il 29 gennaio a Cosenza,  il corso Interregionale per Tecnici di Ricerca (TeR), organizzato dal Servizio Regionale Calabrese con la supervisione della Scuola Nazionale per Direttori di Operazione di Soccorso (SNADOS) del CNSAS presente per tramite del CorFor Marco Bonamini. 

Il corso costituito da tre cicli formativi ha affrontato molteplici aspetti inerenti le complesse operazioni di ricerca di persone disperse e scomparse, dagli aspetti normativi alla comunicazione, dall’utilizzo delle unità cinofile (sia di superficie che molecolari) agli aspetti tecnici e sanitari di un intervento di recupero sul campo.

Inoltre sono stati  approfonditi gli aspetti legati agli applicativi e ai sistemi cartografici informatici (di esclusivo utilizzo del CNSAS) specifici della ricerca e della gestione complessa del personale impegnato in operazioni di soccorso che durano spesso più giorni.

A conclusione del corso, quattro diverse prove di esame (compresa una simulazione “stress test”) e quindi l’assegnazione della qualifica per 3 nuovi TER del Soccorso Alpino Basilicata.